shampoo-aloe-vera-e-rosmarino

Shampoo fai da te all’aloe vera e rosmarino contro la caduta capelli.

Ingredienti

  • 250 di acqua distillata
  • 28 grammi circa di rosmarino essiccato e petali di rosa essiccati
  • 125 ml di sapone di Castiglia liquido
  • 3 cucchiai di gel di aloe vera
  • ¼ cucchiaino di olio di jojoba
  • 30 gocce di olio essenziale di rosmarino

Preparazione

  1. Versate il rosmarino e i petali di rosa in un flacone poi aggiungete acqua bollente e chiudete il flacone per circa 4 ore
  2. Trascorso il tempo di posa, filtrate il composto e versatelo di nuovo nel flacone
  3. Aggiungete il sapone di Castiglia, l’olio di jojoba e l’olio essenziale di rosmarino
  4. Infine, aggiungete il gel di aloe vera
  5. Lasciate in posa per tutta la notte

Shampoo fai da te al rosmarino

Lo shampoo naturale al rosmarino è un’ottima alternativa per godere di tutti i benefici di questa pianta ed ottenere una chioma folta e bella.
L’impiego frequente di questo shampoo migliora la salute dei capelli in poco tempo perché, oltre a pulire i capelli, agisce come un balsamo naturale, lasciando i capelli brillanti e morbidi. Potete usarlo tutti i giorni come uno shampoo normale oppure come trattamento alternativo per 10 giorni. Potete conservare in frigorifero lo shampoo che vi avanza, in questo modo si conserverà per più tempo. l rosmarino è un arbusto di origine mediterranea, conosciuto per le sue proprietà tonificanti e antisettiche, che stimolano le radici dei capelli, favorendone la crescita, ed evitano problemi come la caduta. Il rosmarino stimola anche la circolazione sanguigna e per questo i nostri capelli appaiono sani e setosi; è anche un rimedio molto efficace per scurire i capelli, ed è quindi l’ideale per i capelli castani o mori, perché rende il colore più profondo e rallenta la comparsa di capelli bianchi.

Ingredienti

  • 250 ml di rosmarino
  • 10 cucchiai di coda cavallina
  • 15 cucchiai di radice di saponaria grattugiata
  • 4 litri di acqua
  • 5 gocce di olio essenziale di rosmarino

Preparazione

  1. Mettete in una pentola in acciaio il rosmarino, la coda cavallina e la radice di saponaria poi aggiungete i 4 litri di acqua
  2. Mescolate bene tutti gli ingredienti e fateli bollire
  3. Una volta raggiunta l’ebollizione, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per altri 15 minuti
  4. Trascorsi i 15 minuti, lasciate riposare per un’ora
  5. A questo punto, filtrate il liquido e versatelo in un flacone infine aggiungete l’olio essenziale di rosmarino

Gli esperti raccomandano di applicare l’olio essenziale di rosmarino unito ad altri tipi di olio, come quello di mandorla, d’oliva o di cocco. Vi consigliamo di non applicarlo direttamente sui capelli perché si tratta di un prodotto molto forte e potrebbe avere effetti collaterali. È inoltre possibile mischiarlo al vostro shampoo e/o balsamo, per sfruttare le sue proprietà ad ogni lavaggio. Se avete scelto di mescolare l’olio essenziale di rosmarino con un altro olio per i capelli, è meglio che lo applichiate su tutto il cuoio capelluto e sulla lunghezza dei capelli, attraverso un leggero massaggio circolare. Lasciate in posa per 20 minuti e poi sciacquate con acqua fredda.

 

25
apr
kefir-di-latte

Kefir di latte

Niente di meno che latte fermentato simile allo yogurt, il Kefir è una bevanda rinfrescante e salutare, ricca di fermenti lattici e probiotici vivi e benefici, dal gusto fresco, leggermente acido ma dal sapore particolarmente piacevole.

Scoperto e subito apprezzato dall’uomo già migliaia di anni fa, originario del Caucaso, il Kefir viene preparato in modo tradizionale utilizzando latte fresco (di pecora, capra o vacca) e i fermenti o granuli di Kefir formati da un polisaccaride chiamato ...

10
giu
rimedi-anti-zanzare

Rimedi anti zanzare

Le zanzare vi tormentano durante le sere d’estate? Allora provate ad allontanarle con un semplice rimedio da preparare con una candela, ingredienti naturali che avete in cucina o in dispensa e un barattolo di vetro.

Potrete realizzare un semplice rimedio efficace e naturale per allontanare le zanzare e trascorrere serenamente una serata estiva in casa o all’aperto.

Mettetevi all’opera e recuperate un barattolo di vetro, limone, lime, una candelina e oli essenziali per realizzare questo...

03
ott
cumino

Cumino

Il cumino (Cuminum cyminum L.) è una pianta erbacea originaria della Siria. I suoi semi sono simili a quelli del finocchio e dell'anice, ma sono più piccoli e più scuri.

Originario del Nord Africa, del Mediterraneo e di gran parte dell'Europa.
I semi vengono utilizzati come spezia nel pane, in pasticceria e nei formaggi; ma se coltivata anche le foglie e le radici sono commestibili.

Il cumino ha proprietà carminative e digestive ed è un buon rimedio naturale contro gonfiori e coliche...

09
mag
olio-di-achillea

Olio di Achillea

L'Achillea, nota anche come Erba Pennina, Millefiori, Sanguinella, è un ottimo lenitivo ed è utile anche per la sudorazione eccessiva.

400 g di fiori di Achillea, 1 L di olio di mandorla

Mettete a macerare per 30 giorni 400 g di fiori freschi di Achillea nell'olio di mandorla. Trascorso il tempo della macerazione, applicate l'olio ottenuto su irritazioni, rossori e arrossamenti della pelle.

01
gen
la-ribollita-del-mulino:-quella-alla-nostra-maniera

La Ribollita del Mulino: quella alla nostra maniera!

La ribollita, tipica della stagione invernale, è una delle zuppe più conosciute della tradizione gastronomica Toscana. Siamo  di fronte ad un piatto di indubbie origini contadine, per i suoi ingredienti e per il suo stesso nome; la ribollita è un piatto di recupero, come lo sono molti dei piatti della cucina povera delle nostre campagne, quella in cui "non si butta via nulla".

Anticamente era tradizione preparare la ribollita il venerdì, in grande abbondanza, in modo da poterne mangiare...

12
apr
leggende-sul-tartufo

Leggende sul tartufo

Il tartufo, noto per il suo caratteristico profumo e sapore molto aromatico, è un fungo che cresce spontaneamente sotto terra, vicino alle radici di querce, lecci o pioppi, rendendo la sua ricerca, molto più difficile e appassionante, tanto che i migliori cercatori si servono di costosissimi cani addestrati a dovere. Molti animali ne vadano ghiotti proprio per l’odore che riescono a sentir provenire dalla terra e che, purtroppo, le narici umane non riescono a captare. L’animale più...