rimedi-anti-zanzare

Le zanzare vi tormentano durante le sere d’estate? Allora provate ad allontanarle con un semplice rimedio da preparare con una candela, ingredienti naturali che avete in cucina o in dispensa e un barattolo di vetro.

Potrete realizzare un semplice rimedio efficace e naturale per allontanare le zanzare e trascorrere serenamente una serata estiva in casa o all’aperto.

Mettetevi all’opera e recuperate un barattolo di vetro, limone, lime, una candelina e oli essenziali per realizzare questo rimedio fin da subito.

Vi serviranno:

- 1 o 2 fette di limone
- 1 o 2 fette di lime
- Qualche rametto di rosmarino
- Acqua
- 7-10 gocce di olio essenziale di eucalipto o di citronella
- 1 candelina galleggiante

In questa ricetta l’olio essenziale di eucalipto è l’ingrediente attivo. Potrete utilizzare, nello specifico, l’olio essenziale di eucalipto limoncino, se lo trovate in erboristeria, oppure l’olio essenziale di citronella.

Versate sul fondo di un barattolo di vetro le fettine di lime o di limone, qualche rametto di rosmarino e l’olio essenziale prescelto. Riempite il barattolo con dell’acqua, aggiungete una candelina galleggiante e accendetela. In questo modo si sprigioneranno dei profumi gradevoli per voi ma sgraditi alle zanzare.

Il suggerimento è di utilizzare questo repellente anti zanzare all’aperto e di accendere la candela almeno 5 minuti prima di uscire in giardino o sul terrazzo. Non dimenticate di arricchire il vostro balcone e il giardino con delle piantine di basilico, di lavanda, di melissa, di geranio e/o di citronella per allontanare le zanzare in modo naturale.

15
giu
vino-e-salvia-per-la-vostra-tonicita

Vino e Salvia per la vostra tonicità

VINO DI SALVIA

30 g di salvia (foglie), 1 l di vino rosso

Mettete la salvia a macerare per una settimana nel vino rosso. Al termine del periodo filtrate l'infuso e conservatelo in una bottigila.
Questo vino ha proprietà toniche, antireumatiche e digestive. Si consiglia di bere l'infuso almeno 2 volte al giorno.


Provetelo con uno dei nostri vini rossi biologici!

23
dic
straccetti-del-mulino

Straccetti del Mulino

In una padella scaldare l’olio con cipolle tritata e fare cuocere senza rosolare. Aggiungere la salsiccia spellata e sbriciolata. Fare cuocere almeno 15 a 20 minuti girando spesso. Aggiungere 1 bicchiere di vino bianco, 1 cucchiaio di semi di finocchio. Tagliare i pomodori a pezzettini e aggiungere al tutto. Fare cuocere per altri mezz’ora a fuoco lento. Spruzzare il pecorino grattugiato sopra quando si serve.

Ottimi preparati con il nostro Bianco del Mulino.

IngredientI: ( PER 6 persone)...

18
lug
erba-cipollina

Erba cipollina

L'erba cipollina (Allium schoenoprasum ) è una pianta aromatica tradizionalmente inserita nella famiglia delle Liliaceae
Viene utilizzata in cucina per pesce, patate e minestre.

Per coltivarla è necessario tagliarne i ciuffi al livello del terreno almeno 3 volte all'anno. Se la si vuole raccogliere anche d'inverno è consigliato coltivarla nel davanzale di casa, molto luminoso.

È nota e usata in erboristeria come antiscorbutico (combatte lo scorbuto con la presenza di vitamine), antisettica...

23
ago
prezzemolo

Prezzemolo

Le sue foglie sono ricche di vitamine e sta bene più o meno in ogni piatto che richieda un gusto fresco!

La saggezza contadina consigliava di strofinare un mazzetto di prezzemolo su una ferita da puntura di insetti per alleviare il dolore.

Questa piantina è utile anche per alleviare i dolori mestruali che spesso mettono KO molte donne e contro la pressione alta: è sufficiente bere un infuso di semi di prezzemolo in acqua calda. L'infuso è utile anche in caso di gas intestinale.

18
ott
santoreggia

Santoreggia

La santoreggia, nome scientifico Satureja hortensis, è una pianta erbacea annuale che può raggiungere un’altezza di 40 cm.; la santoreggia appartiene alla famiglia delle Labiatae e cresce spontanea nelle zone mediterranee dell’Italia settentrionale fino al centro Italia.La santoreggia è originaria dell’Asia, grazie alle sue proprietà aromatiche viene molto utilizzata in cucina per insaporire piatti di carne e pesce ma anche piatti di verdure e legumi; in campo cosmetico la santoreggia...

21
lug
mirtillo

Mirtillo

I mirtilli possono essere mangiati freschi o cotti, si possono anche conservare surgelandoli.

ll mirtillo è indicato per tutte le forme di disturbi intestinali, disturbi del fegato, tendenza alle emorragie per fragilità dei capillari, disturbi della circolazione in genere e per i problemi alla vista.

L'acido idroccinnamico presente nel mirtillo è molto importante per il nostro organismo, in quanto è in grado di neutralizzare le sostanza cancerogene prodotte nell'apparato digerente.

Il...