le-saponette-della-vale

Realizzare delle profumate saponette  è semplice, inoltre si riscopre il piacere  del fai dai te che di questi tempi non guasta al portafoglio, alla salute e all’ambiente. Per allergie ai profumi presenti nei vari prodotti di pulizie ed igiene personale, la nostra Valentina ha inziiato a fare in casa le saponette anche con forme carine e simpatiche per regalarle durante il Natale come pensieri ad amicie e parenti.

Gli ingredienti necessari:

  • 1kg olio d'oliva
  • 128 gr soda caustica 
  • 300 ml acqua

Come utensili vi serviranno:

  • una bilancia elettronica
  • una pentola in acciaio inox
  • un termometro da cucina che vada dai -10 ai +110 gradi centigradi
  • un cucchiaio di acciaio inox o di legno per mescolare
  • un cucchiaio di legno per miscelare
  • un recipiente in Pirex o in acciaio per preparare la soluzione di liquido e soda
  • un frullatore a immersione per miscelare e rendere con la soluzione caustica
  • vecchie coperte o stracci per coprire le formine in cui metterete il sapone fresco
  • forme in silicone o di plastica dura che daranno la forma alle vostre saponette

PREPARAZIONE:

Per fare il sapone, riservatevi una zona della casa tutta per voi: un garage, una stanza o la cucina, purché non ci siano persone in grado di distrarvi o bambini nei dintorni.

Innanzi tutto, mettetevi guanti di gomma resistente, mascherina, un paio di occhiali protettivi, camicia a manica lunga e pantaloni lunghi; a questo punto accendete la bilancia elettronica e, in una scodella di vetro o di ceramica, pesate 128 grammi di soda caustica. Mettete poi sulla bilancia il contenitore in Pirex o in acciaio e versateci 300 grammi di acqua.

Adesso, mettete il contenitore Pirex nella vaschetta del lavandino o dentro una bacinella e versate con cautela la soda nell’acqua, facendo  attenzione a non schizzarvi: la soda è  pericolosa, perché corrosiva. Procedete con calma, niente fretta.

Lentamente, mescolate la soluzione di soda e acqua con il cucchiaio di legno per permettere alla soda di sciogliersi completamente: la reazione chimica della soluzione farà arrivare il liquido ad una temperatura di circa 80 gradi.

A questo punto coprite il contenitore e lasciatelo raffreddare in un luogo tranquillo.

Nel frattempo, mettete la pentola di acciaio inox sulla bilancia elettronica e pesate 1 chilo di olio di oliva, poi mettete la pentola sul fuoco e mescolate fino a quando l’olio non avrà raggiunto la temperatura di 45 gradi.

A questo punto, misurate anche la temperatura della soda: quando anche questa tocca i 45 gradi, versatela lentamente nel contenitore dell’olio e mescolate bene i due composti con un cucchiaio di legno.

Ora non resta che frullare la pasta di sapone, peremulsionarla e avviare le reazione chimica tra soda caustica e grassi. Quando la pasta avrà raggiunto la consistenza di una crema pasticcera, quello che in gergo si chiama “nastro”, potrete aggiungere tutto ciò che volete per impreziosire il vostro sapone, come olii essenziali, petali, pigmenti naturali, fruttasemi e molto altro, coloranti naturali.

In ultimo, versate il composto negli stampini in silicone e coprite con stracci o coperte per isolarli bene, in modo che conservino il calore a lungo.
Lasciate stare il sapone così per 48 ore, poi toglietelo dagli stampini e fatelo stagionare per almeno 7-8 settimane in luogo asciutto e fresco: trascorso questo tempo avrete delle saponette pronte all’uso!

Le saponette che realizzate potete anche regalarle a Natale, è un pensiero ben accetto!!!

12
set
borragine

Borragine

La borragine (Borago officinalis, L.) è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Boraginaceae.

Le foglie giovani sono variamente impiegate in cucina. L'uso tradizionale è allo stato cotto delle foglie, che vengono utilizzate in molti piatti regionali per minestroni, ripieni per ravioli e pansoti in Liguria, torte e frittate. Tipico è il consumo in frittelle dei fiori e delle foglie (passate in pastella e poi fritte). Viene utilizzata in piatti, zuppe, insalate, piatti a base di...

23
nov
issopo

Issopo

L'isoppo, Hyssopus Officinalis, è un arbusto della famiglia delle lamiaceae, da cui deriva la più famosa menta, ed è caratterizzato da sottili steli e fiori blu violaceo, riuniti in spighe unilaterali che sbocciano tra luglio e ottobre. Questa pianta è ricca di oli altamente aromatici che si trovano principalmente nelle foglie, negli steli e nei suoi fiori, (caratteristica abbastanza comune tra tutte le piante appartenenti alla famiglia della menta), che sono in grado di curare la maggior...

12
gen
farinello-aromatico

Farinello aromatico

Appartiene alla famiglia delle Amaranthaceae.
Il Farinello Aromatico è una pianta annuale o perenne, con fusto eretto alto 30-70 cm, con foglie lanceolate, con fiori profumati di colore giallo-verde (fioritura Luglio-Ottobre), con frutto costituito da un otricello membranoso, con semi che maturano da Agosto ad Ottobre.

Spesso utilizzato nei piatti messicani a base di fagioli, come la cheese quesadilla; sapore molto simile alla quinoa.

Proprietà: antielmintica, digestiva, antimicrobica. E’...

30
giu
lo-yogurt-per-la-tua-pelle

Lo Yogurt per la Tua Pelle

Per voi alcuni metodi veloci e facilmente realizzabili in casa, per utilizzare lo yougurt come ottimo agente ricostituente per la vostra pelle.

MASCHERA TONIFICANTE
yogurt, farina o miele di acacia
Amalgamate energicamente una parte di yougurt alla farina,
quindi applicate sulla pelle pulita.  Lasciate agire per 15 minuti,
poi sciacquate con acqua fresca.

02
gen
tortelli-di-patate-mugellani-al-ragu-di-chianina

Tortelli di patate Mugellani al ragù di Chianina

I Tortelli Mugellani con il ripieno di patate, sono una delle più originali ed autentiche ricette della tradizione Toscana, in fatto di pasta all'uovo fresca ripiena. L'origine della ricetta si individua nelle zone di Luco del Mugello e si deve la sua tradizionalità alla combinazione degli ingredienti e alla preparazione, che sono rimasti gli stessi nel tempo...e noi intendiamo mantenerla.

Ingredienti per il ripieno:

patate
formaggio
noce moscata
olio extravergine di oliva
aglio e prezzemolo
...

10
ott
riflessante-alla-castagna

Riflessante alla Castagna

Ottobre è tempo di castagne e marroni, ecco alcuni rimedi naturali con bucce di castagna o foglie di castagno essiccate

L'acqua di bollitura delle castagne è un riflessante per capelli. Se hai i capelli castani avrai bisogno di mettere a bollire nell'acqua le bucce delle castagne o le castagne stesse per una ventina di minuti circa; se hai invece i capelli biondi metti a bollire nell'acqua le foglie di castagno (preferibilmente essiccate) per 20 minuti circa.
Per ottenere riflessi ramati per...

Magazine

La bottega del mulino n°1

Download